Quantcast

F. Gary Gray alla regia del reboot di Men in Black?

Il regista F. Gary Gray potrebbe tornare a collaborare con la Universal per il reboot di Men in Black, ma senza il coinvolgimento di Will Smith e Tommy Lee Jones.

F. Gary Gray alla regia del reboot di Men in Black?- foto empireonline.it

La pellicola soft-reboot dovrebbe essere un’espansione dell’universo della prima trilogia con protagonisti i due attori che hanno reso celebre i tre capitoli di Men in Black diretti da Barry Sonnenfeld.

Il regista di Fast & Furious 8  e Straight Outta Compton e gli sceneggiatori di Iron Man e Transformers: The Last Knight Matt Holloway e Art Marcum lavoreranno su una serie di nuovi personaggi impegnati a dare la caccia a cattivi su una scala globale.

Il reboot di Men in Black previsto il 14 giugno 2019 potrebbe essere un tentativo di rilancio del franchise dopo il terzo capitolo del 2012 che ha visto il ritorno di Tommy Lee Jones e Will Smith nei rispettivi ruoli.

Men in Black incassò nel 1997 ben 589 milioni di dollari al botteghino e tale successo portò alla realizzazione di altri due film: il primo sequel uscì nel 2002 e il terzo capitolo della saga uscì nel 2012. L’intero franchise ha fatturato più 1.5 miliardi in tutto il mondo.

E se si pensa che Steven Spielberg figura come produttore esecutivo, accompagnato dai produttori Walter F. Parkes e Laurie MacDonald, allora il reboot di Men in Black potrebbe avere davvero qualche possibilità di replicare il successo del primo film.