Quantcast

Federico Angelucci ha un carattere serafico: “Per natura sono una formichina”

Federico Angelucci è in gara al programma tv di Raiuno, Tale e Quale Show 2017. Il vincitore del talent show di Canale 5 Amici 2007 ha descritto il suo carattere e ha analizzato la sua rinascita durante una intervista rilasciata al settimanale Gente.

Federico Angelucci – Foto: Facebook

Federico Angelucci ha raccontato di aver sofferto molto in questi ultimi 10 anni, perché è stato considerato senza talento.

Al programma tv di Carlo Conti ha dimostrato di essere un grande artista e la sua imitazione di Mina ha stupito davvero tutti. “Ho pianto tutte le lacrime del mondo – ha detto il vincitore di Amici 2007 – Ogni mia convinzione era stata minata, pensavo di non essere nemmeno più capace di salire su un palco. Mi sono proprio distrutto mentalmente e ora ritorno a vivere, quello che sta succedendo è un balsamo al cuore”.

Non aveva una forte identità musicale e questo ha pesato molto sulla carriera di Federico Angelucci. “Sapevo benissimo che se non avessi lavorato su questo non avrei combinato mai nulla – ha confessato l’artista – Potevo guadagnare facile, fare sagre, ospitate, seratine di piazza, ma non era quello che volevo. Non do la colpa a nessuno di quel che è successo, tantomeno a Maria De Filippi. Ci siamo rivisti qualche mese fa al compleanno di Emma e ci siamo stretti in un forte abbraccio. Abbiamo anche parlato di quanto sarebbe bello, un giorno, poter lavorare insieme. Io sono un perfezionista e nella trasmissione, oggi, mi troverei bene”.

In passato era stato criticato anche da alcuni suoi ex Amici per via del suo carattere piuttosto polemico e turbolento. Lui ha smentito categoricamente: “Macché, io sono un tipo serafico. Se non fossi stato deciso e forte non sarei qui. Sono stati anni logoranti. Sono autonomo da quando avevo 16 anni e per natura sono una formichina. Mi dicevano di lasciare perdere, siamo gente di paese, concreta. Mi chiedevano di lavorare con loro. Io avrei voluto entrare nel salumificio di famiglia, ma non sono mai riuscito a farlo”.