Quantcast

Il finto wob: perfetto per le feste

Durante le settimane della moda di Milano e di Parigi, molti sono i trend che hanno saputo ispirarci, alcuni fantasiosi, altri più semplici e facili da introdurre nella vita di ogni giorno. Colpisce, fra i tanti, la scelta di Max Mara, che ha mandato in passerella le sue modelle con tanti finti wob!

articolo-3-immagine-3

Facciamo un piccolo passo indietro per chiarire cosa sia il wob. Si tratta di un termine nuovissimo che viene usato per indicare la fusione tra bob, il caschetto e le onde, i wave, i ricci. In definitiva, si tratta di un caschetto mosso e arioso, che sfrutta il suo potenziale con acconciature leggere e neanche tanto pettinate. Un po’ bohémienne e un po’ wild, il wob ha conquistato anche gli stilisti più seriosi, i quali leggono in questo taglio una sorta di eleganza mista ad un’apparente essenza selvaggia.

Max Mara si è spinta un po’ più in là e ha fatto sfilare le sue ragazze con un finto wob. Ma finto in che senso? Molte delle modelle hanno i capelli lunghi e quindi sono state acconciate seguendo queste regole, come si può notare dal backstage della sfilata:

– i capelli sono stati divisi con una riga laterale molto leggera e poco definita.

– ciocca per ciocca i capelli sono stati lavorati con la piastra arriccia capelli, ma mai creando boccoli definiti, se non delle vere e proprie onde, morbidissime e anche irregolari.

– e la lunghezza? Presto fatto, in quanto i capelli lunghi sono stati fermati sotto la nuca con tante forcine dello stesso colore dei capelli, quindi trasparenti.

Max Mara - Runway - MFW FW2015

Il risultato si è rivelato un wob perfetto, in quanto le lunghezze sono state nascoste e le modelle hanno potuto sfoggiare un bel caschetto mosso. Al contempo, l’acconciatura si è rivelata impeccabile anche un po’ più voluminosa del classico wob, che richiede sempre una spruzzata di lacca per mantenersi al meglio. Le modelle che avevano la frangetta hanno forse regalato un effetto più naturale, ma questa scelta di stile ha donato a tutte, in quanto ha dato vita ad un wob elegante e sofisticato.

articolo-3-immagine-2

Si tratta, quindi, di un idea che può essere super copiata, in primis perché permette di mantenere i capelli lunghi e, in secondo luogo, perché ci offre la possibilità di giocare con le lunghezze. Periodi dell’anno adatti per sfoggiarla? Sicuramente la primavera estate, in quanto l’acconciatura rinfresca il collo, sta benissimo con gli abiti scollati e anche con le giacche, ma anche durante le feste natalizie il wob regala grazia e armonia al viso. Grazie alla possibilità di giocare con una frangia laterale, il wob raccolto, o finto wob, può essere sfoggiato in ufficio se i capelli non sono proprio pulitissimi e anche se le punte si presentano rovinate. In definitiva, si tratta di un’acconciatura molto astuta, che permette di apparire eleganti e sensuali allo stesso tempo, sfruttando lunghezze che non sono le nostre e quindi incuriosendo anche chi ci conosce che, sicuramente, ci chiederà se ci siamo tagliate i capelli!