Quantcast

Fiorello non riesce a invecchiare

Fiorello non riesce a invecchiare. Il celebre e amatissimo showman e conduttore radiofonico si è raccontato in una lunga intervista a Vanity Fair.

“Tra qualche mese compirò 58 anni – ha spiegato il mitico e popolare artista Fiorello – L’età che aveva mio padre quando morì. Ci penso, con ansia sottile e malcelata scaramanzia, quasi ogni giorno. Un tempo le persone mi chiedevano gli autografi e dicevano: È per me. Poi siamo passati alle madri, alle zie e alle nonne. Quando arriveremo alle bisnonne capirò che è finita. Avevo detto che mi sarei ritirato a 60 anni, ma ci riuscirò? Non vorrei fare come i Pooh – ha scherzato Fiorello – che sono stati recentemente premiati per il seicentesimo addio annunciato in carriera. Vorrei invecchiare, ma purtroppo non ci riesco”.

Ha parlato anche della sua palestra di vita: il villaggio. “A metà degli anni ‘70, gli amici parlavano del villaggio con toni mitologici – ha raccontato Fiorello – Alla fine fui assunto. Dopo aver venduto le verdure in mezzo alla via, aver fatto il muratore, il meccanico e anche il telefonista in una ditta di pompe funebri, il villaggio era un bel salto. Quelli che mi vogliono denigrare dicono che vengo dai villaggi… Ma io so che se non ci fosse stato il prima – ha spiegato -, non ci sarebbe stato neanche il dopo. Il villaggio è stata la mia scuola”.