Quantcast

Francesca Vecchioni, a favore delle unioni civili

Francesca Vecchioni è mamma di Nina e Cloe, figlie anche dell’ex compagna Alessandra. La figlia di Roberto Vecchioni si schiera a favore delle unioni civili e dice: “L’orientamento sessuale non conta per la felicità”. Non è certo l’unico volto noto a pensarla in questo modo.

Foto: Francesca Vecchioni - perizona.it
Foto: Francesca Vecchioni – perizona.it

Francesca Vecchioni racconta senza mezzi termini alcuni aneddoti della sua vita e dice proprio nei giorni del voto del ddl Cirinà al Senato: “I bambini hanno la serenità che trovano in famiglia. E questo è sempre così“.

Francesca si è separata dalla compagna 12 anni fa, ma dalla loro relazione sono nate due bambine. Entrambe sono presenti nella vita delle figlie. Durante l’intervista da Barbara D’Urso dice: “Il rapporto genitoriale è una cosa, il rapporto di coppia è un’altra. L’importante è garantire e tutelare i propri figli“.

Racconta anche quando ha detto a suo padre, Roberto Vecchioni, di stare con una donna. Suo padre le chiese perché non parlava mai dei suoi sentimenti e le chiese se stava con qualcuno più grande, forse sposato, o che magari non poteva mai vedere. Lei allora risposte “No, sto con una donna” prosegue e dice: “Mi ha guardato e mi ha detto: -Ma vai a qual paese, chissà che stavo pensando-. Mi ha ridato la misura.”

Sono molti altri i VIP che si sono schierati a favore del DDL Cirinnà. Emma Marrone, Maria Sole Tognazzi (regista di Lei e Lei), Luciana Litizzetto e molte altre. Emma Marrone ha detto: “Penso alle persone che amo e al fatto che, se avessi una figlia gay, vorrei che crescesse in un mondo in cui le siano garantiti gli stessi diritti di tutti. Soprattutto quello di essere felice. Nessuno può giudicare quando un amore è sano oppure no.”