Quantcast

Gemma Galgani di Uomini e Donne rivela: “Essere sensuali è un diritto a qualunque età”

Gemma Galgani di Uomini e Donne ha rivelato al magazine del dating show di Canale 5 che essere sensuali è un diritto a qualunque età. La dama del trono over rivendica il suo diritto di essere sexy e sensuali anche sopra i 65 anni.

Gemma Galgani trono over Uomini e Donne – foto playhitmusic.it

L’ex compagna del Gabbiano ha dichiarato a Uomini e Donne Magazine che non ostenta mise così provocanti, pensando di essere una bomba sexy, e non si definisce una visionaria, ma preferisce definirsi sognatrice.

Gemma ha stigmatizzato le dichiarazioni al vetriolo della sua acerrima nemica Tina Cipollari: “Ognuno di noi raggiunge ogni anno che passa in modo diverso, per forma fisica, salute, interessi, attività. Non ha senso giudicare le persone in base alla loro età. E le palette di Tina durante le sfilate non spegneranno mai il mio entusiasmo”.

“Ritengo la femminilità un insieme di caratteristiche mentali – ha continuato Gemma a Uomini e Donne Magazine – fisiche e di comportamento che distinguono una donna dall’altra. La sensualità invece è qualcosa che va oltre la semplice bellezza e coinvolge tanti aspetti: come ti presenti, come cammini, l’attenzione nello sguardo, la sincerità con cui sorridi, il linguaggio che esprimi con il tuo corpo, il profumo che indossi, e dico proprio indossi – ha spiegato -, come se si fosse avvolte da un’aura speciale di fascino. Devo dire che non credo assolutamente sia una questione anagrafica quella che possa privare una donna di queste caratteristiche!”.

La dama torinese ha poi proseguito: “Non voglio peccare di presunzione, ma credo di curare la mia femminilità più adesso che da giovane, di apprezzarla e di farla trasparire il più possibile, con la scelta di un abito o di un’acconciatura. Quanto alla sensualità, mi piace pensare che in ogni donna viva una dea; in particolare la mia attenzione va ad Afrodite, dea dell’amore e della bellezza nella mitologia greca. Pare che la sua bellezza fosse generata da un magnetismo profondo, che ogni donna dovrebbe scoprire o riscoprire in se stessa, facendo emergere i propri punti di forza. Nel mio piccolo, cerco esattamente di fare questo: dal punto di vista fisico metto ancora in mostra le gambe, che, come dico sempre, sono il mio punto di forza, mentre per il resto cerco di esse-re una donna elegante nei modi, nell’incedere, nella conversazione, nella gestualità…”.

Le critiche di Tina sono quotidiane e continue: “Forse, però, è meglio essere criticata per un outfit che lei ritiene inadeguato – ha sottolineato Gemma Galgani – che essere offesa nei miei valori profondi e nella mia integrità morale. I suoi giudizi di fronte alle mie favolose calze autoreggenti sono sempre generati dal solito motivo, vale a dire che lei non mi considera una signora ancora piacente e contesta qualsiasi complimento mi venga fatto in merito. È una sua opinione, non si può piacere a tutti, ma fortunatamente tante altre persone la pensano diversamente. Sarebbe interessante rivederla sulla passerella, come in passato. Magari Tina avrebbe scelto Wonder Woman… Certo che, se invece di stare ferma su una sedia con una paletta in mano, cercasse di essere più neutrale… Intanto, però, l’entusiasmo che manifesto nelle sfilate – ha concluso – non riuscirà mai a spegnerlo”.