Quantcast

Ginosa Marina, scatta l’allarme malaria: stop alle donazioni di sangue

Ginosa Marina, scatta l’allarme malaria dopo che è stata diagnosticata a quattro braccianti, tre marocchini e un sudanese tra i 21 e i 37 anni. I quattro africani lavorano in provincia di Taranto, nella zona di contrada Pantano, e vivono in Italia da diversi anni e sono residenti nelle campagne di Ginosa.

Zanzara – Foto: Pixabay.com

Nei giorni scorsi i 4 lavoratori hanno accusato febbre, vomito, dissenteria, cefalea e dolori addominali.

Il Centro nazionale sangue, dopo un consulto con l’Istituto superiore della sanità, ha stabilito che i residenti di Ginosa Marina o chiunque abbia trascorso in paese almeno una notte negli ultimi sei mesi non potrà donare il sangue per almeno 6 mesi.

La Asl ha precisato che la malattia si trasmette solo per via ematica. Intanto nei giorni scorsi sono state collocate alcune trappole per la cattura di zanzare che poi saranno esaminate dall’Istituto zooprofilattico di Foggia con lo scopo di verificare se il contagio sia stato causato da una zanzara autoctona o invece proveniente dall’Africa e forse giunta in un Puglia in un bagaglio.