Quantcast

Giovanna Mezzogiorno e la gioia di fare film a Napoli

Giovanna Mezzogiorno ha parlato della gioia di fare film a Napoli, come l’ultimo “Napoli velata” che è da oggi nelle sale cinematografiche, durante l’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica.

Giovanna Mezzogiorno – Foto: Facebook

L’attrice ha commentato i recenti fatti di cronaca che si sono verificati a Napoli. “Avviene ovunque – ha detto Giovanna – Io vivo a Torino, città comoda, e ha guai altrettanto gravi. Anche per fenomeni di immigrazione. Roma è di una violenza inaudita, la gente è super aggressiva in strada. A Napoli la violenza non è tra la gente ma nella criminalità. Chi lo nega. Ma è un male parziale. È chiaro che il fatto di cronaca è orribile ma forse qui ha maggiore risonanza. Certo il mio è il giudizio di una non cittadina – ha proseguito – però anche l’ospite ha un suo valore. O no? Che poi è un valore condiviso dalla mia famiglia: durante le riprese i miei figli sono venuti qua con il loro papà. Abbiamo passeggiato, siamo stati in giro con serenità”.

Il suo amore per Napoli è incondizionato. “A Napoli si lavora bene e si vive bene – ha continuato Giovanna Mezzogiorno a La Repubblica – Alla mia infanzia e agli anni con mio padre Vittorio lego il Natale, le serate superfighe con i cugini, le feste. È sinonimo di gioia.Sono romana ma questo golfo lo adoro. Trovo la città assai risorta rispetto agli anni Novanta e Ottanta, quand’era più decadente. Non fatemi essere banale, ma non c’è paragone con Roma, scivolata in un degrado irrecuperabile. Napoli per me è luminosa. Poi se parli con Peppe Barra dice che è difficile, ma quale luogo non lo è”.

Per quanto riguarda il suo futuro professionale, Giovanna Mezzogiorno ha espresso il suo desiderio di portare in tournée Sogno d’autunno con la regia di Valerio Binasco: “Io sono prontissima a tornare qua”.