Quantcast

A Gorino arrivano le barricate anti-migranti: cacciate donne e bambini

Un paese del Ferrarese, Gorino, è diventato oggi famoso per aver rifiutato di accogliere i migranti. Un caso unico in Italia, con i cittadini che innalzano vere e proprie barricate per impedire l’arrivo di una ventina di richiedenti asilo (soprattutto donne e bambini). Ma Gorino non è il solo paese impegnato in questa battaglia: da Nord a Sud sono infatti molte le città che hanno posto un rifiuto al governo.

058y74hq5556-15058-kwq-u10901361771752ngh-1024x576%40lastampa-it

“Noi siamo un paesino pulito, non possiamo accettare che ce lo sporchino”, dicono a Gorino gli abitanti. 590 residenti, una sola farmacia, un ristorante e un ostello da 46 posti letto. Un paesino piuttosto piccolo, dove ogni abitante in più viene visto come un’invasione.

Intanto arrivano le prime condanne dal mondo politico: per il ministro Angelino Alfano, “quel che è accaduto non è Italia”. Il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, si vergogna “di questa brutta pagina“. Sui social, si clicca molto l’indignazione. La Lega, invece, sta con Gorino e i suoi abitanti.