Aristide Malnati su Paolo Ciavarro: “Compulsivo e molto fragile, come me alla sua età”

Aristide Malnati ha parlato del suo compagno di avventura Paolo Ciavarro e di tanto altro ancora durante un’intervista al quotidiano Libero. L’egittologo e archeologo ha raccontato di non aver mai avuto fidanzate, e di aver vissuto, anche all’interno della casa più spiata d’Italia, un’esperienza olistica e totalizzante.

“Sono passato da una reclusione all’altra – ha dichiarato il papirologo -. Mi sono messo a nudo, ho fatto sgorgare tutto: la mia vita sentimentale senza un amore vero e proprio, la malattia invalidante neurologica che ho avuto da giovane e che mi ha paralizzato. Ho pianto come gli dei greci”.

L’ex concorrente del GF Vip 4 ha poi spiegato: “Al Grande Fratello non ho mai litigato, ma ad un certo punto ho detto mentula, che significa caz** in latino. Penso di aver solo regalato sorrisi, e ho anche tenuto un Caffè Letterario nella casa: ho fatto recitare Rosa-Rosae a Sossio Aruta. Non è stato facile, l’ablativo l’ha chiamato Abusivo”.

Lui ha legato molto con Paolo Ciavarro: “Non dormivo in stanza, mi veniva la claustrofobia, dunque mi svegliavo molto presto ed è così che ho fatto amicizia con Paolo Ciavarro. Un ragazzo molto delicato, molto fragile. Mi ricorda me alla sua età. Compulsivo”.

E su Clizia Incorvaia ha spiegato: “Lei ha 40 anni, lui ne ha 28. Tutto può essere… Però lei è molto intelligente, mentre lui la ama”.

Malnati ha anche ammesso di chi abbia sentito maggiormente la mancanza nel corso di questi tre lunghi mesi in casa: “Sicuramente di mia mamma, delle amiche, ma anche delle mie colleghe di Storia e Misteri su Telenova, in particolare Virgina, e Giulia, 26 anni: la figlia che non ho mai avuto”.

Redazione-iGossip