Swe Zin Htet è lesbica: il coming out di Miss Myanmar

Swe Zin Htet è lesbica. Il coming out di Miss Myanmar durante la finale mondiale di Miss Universo 2019 ha fatto il giro del mondo. La finale del prestigioso concorso internazionale di bellezza femminile sarà ricordata non solo per il trionfo di Zozibini Tunzi, prima sudafricana nera a vincere il concorso di bellezza, ma anche per la partecipazione di Swe Zin Htet.

L’attuale Miss Myanmar ha svelato di essere lesbica, diventando la prima partecipante alla competizione apertamente gay. La 21enne modella intende usare la sua fama per aiutare la comunità LGBTQ, specialmente nel suo Paese d’origine, dove essere omosessuali è ancora un crimine.

«Sono arrivata a una piena consapevolezza del mio orientamento sessuale dopo un lungo periodo di tempo – ha dichiarato la modella -. Sapevo di essere “una di loro” già nel 2015. Con questa rivelazione avrò grande visibilità e un grande impatto sulla comunità LGBTQ in Birmania (ex nome dello stato del Myanmar ndr) – ha aggiunto -. Ciò che è complicato è che nel mio Paese le persone LGBTQ non sono accettate … Sono disprezzate e discriminate».

Per poi sottolineare: «Non tutti i Paesi consentono il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Vorrei che il mondo accettasse la comunità LGBTQ e il loro diritto di scegliere il proprio percorso e la ricerca della felicità. L’amore è la cosa più potente e le persone si innamorano degli esseri umani, non del genere».

Essere gay è illegale in Myanmar e le relazioni omosessuali sono punite con 10 anni di carcere. A Glamour la Miss ha ribadito: «Le persone LGBTQ in Myanmar non hanno uguali diritti e vorrei che tutto ciò cambiasse». Ha inoltre spiegato di aver confessato alla sua famiglia di essere lesbica diversi anni fa e che c’è voluto molto tempo prima che i suoi accettassero il suo orientamento sessuale.

Redazione-iGossip