Barbara D’Urso sul caso Pamela Prati: “Non è più gossip, ma cronaca giudiziaria”

Barbara D’Urso è tornata a parlare del chiacchieratissimo caso Pamela Prati durante un’intervista rilasciata a Circo Massimo di Radio Capital. Perché questa vicenda è diventata così importante per gli italiani? “Perché non è più una storia di gossip – ha spiegato la conduttrice tv -, ma una cosa giudiziaria… tutto è partito da Dagospia, poi sono uscite cose assurde. Probabilmente dietro ci sono delle truffe. E c’è un universo gravissimo”.

Dopo aver dato buca alla penultima puntata di Live – Non è la D’Urso, Pamela Prati ha servito il secondo “bidone” sul piatto d’argento alla dottoressa Giò. Ma la conduttrice tv partenopea ha voluto dire tutta la verità.

“Da anni mi preoccupo di truffe amorose, ma questa cosa è diventata ancora più pesante quando una signora ha riconosciuto il suo bambino quale Sebastian, finto figlio di Mark Caltagirone. Sono rimasta scioccata. Ho visto i video di questo bambino che dice sono malato, sto facendo la chemio… cose di una gravità assurda. Quindi ho affondato la lama”.

La dottoressa Giò ha respinto le accuse di fare tv trash: “Cosa significa televisione trash? È trash quello che sto facendo con Pamela Prati? Allora sono diverse trasmissioni a essere trash. È trash il Grande Fratello? Allora tanti reality lo sono. Allora tutta la televisione del mondo è trash. Tv del dolore? Le accuse non mi toccano. Io faccio una trasmissione sotto testata giornalistica, mi occupo dei fatti del giorno. E se c’è una donna che viene uccisa da suo marito e la madre, cercata da tutte le televisioni, decide di venire in trasmissione e fare un appello, piangendo, con Barbara D’Urso, cosa faccio? Dico no? Io sono ben felice di accogliere quella mamma che piange in diretta da me e avere l’occasione di dire alle donne ‘chi ti picchia non ti ama’, come faccio da 12 anni. Se la chiamano televisione del dolore, chi se ne frega. Io sto cavalcando una mia battaglia”.

Non è disposta a rinunciare a nessuno dei 4 programmi che conduce. Barbara D’Urso non vuole fermarsi: “Adesso non potrei rinunciare a nessuno dei miei programmi. Pomeriggio 5 mi ha cambiato la vita, mi ha portato a trasferirmi a Milano da Roma, sono in diretta tutti i giorni, mi consente di portare avanti le mie battaglie… sono orgogliosissima, sono riuscita a far approvare la legge che permette di mettere le telecamere negli asili e nei centri per anziani, quindi a quello non potrei mai rinunciarci. Domenica Live è Domenica Live, l’ho creata sulla mia pelle”. Per poi aggiungere: “Al Grande Fratello mi diverto da pazzi. E Non è la D’Urso è un gioiellino. Sono talmente aziendalista, un soldato, che se fosse stato fondamentale per Publitalia l’avrei fatto, ma vorrei fermarmi e soprattutto disintossicare i telespettatori dalla D’Urso, dalla voce della D’Urso e dalla faccia della D’Urso. Ne parlo in terza persona perché anche per me a volte lei è un mostro”.

Barbara D’Urso è una donna risolta? “Non esistono persone risolte e nemmeno la felicità – ha spiegato -. Esistono solo attimi di felicità. Sono una donna fragilissima ma serena. Sono da 15-16 anni in esclusiva a Mediaset, ho un rapporto di forte stima reciproca con Pier Silvio Berlusconi, ma ci sono stati degli abboccamenti da parte della RAI. Ancora per un po’ sono qui, poi vediamo che succede”.

Redazione-iGossip