Cristiano Ronaldo accusato di stupro da Kathryn Mayorga: la polizia di Las Vegas riapre il caso

Cristiano Ronaldo è stato accusato di stupro dalla 34enne insegnante ed ex aspirante modella statunitense Kathryn Mayorga. La donna ha rivelato di essere stata violentata dal divo del calcio internazionale il 13 giugno 2009 all’interno di un bagno del Palms Hotel. Ora Kathryn vuole giusitizia e ha raccontato tutto ciò che è successo quel 13 giugno e anche dopo al settimanale tedesco Der Spiegel, convinta dai suoi nuovi legali e ispirata dal movimento #Metoo.

Il reportage shock del settimanale tedesco

La donna ha confessato al settimanale tedesco che denunciò la violenza subita dal campione portoghese Cristiano Ronaldo che sarebbe stata anche certificata dalle visite mediche effettuate, ma si sarebbe poi fatta convincere a tacere in cambio di 287.000 dollari, per paura di accusare una persona così famosa e potente.

Al settimanale tedesco Kathryn Mayorga ha raccontato: «Improvvisamente mi è stato addosso. Si mise in ginocchio e disse: al 99% sono un bravo ragazzo, non so cosa succede al restante 1%».

L’insegnante ha dichiarato che quella sera era andata insieme con un’amica al Rain, un celebre night club della capitale del gioco d’azzardo, dove aveva incontrato Ronaldo. La stella del calcio mondiale l’aveva invitata nella sua suite insieme ad altre persone per ammirare il panorama della Strip e fare un bagno nella vasca idromassaggio. Mentre la donna si stava cambiando, CR7 si sarebbe tolto i vestiti e avrebbe preteso del sesso orale. Al suo rifiuto, l’avrebbe violentata.

CR7 respinge l’accusa di stupro

L’avvocato del fuoriclasse della Juventus Cristiano RonaldoChristian Schertz, ha attaccato il Der Spiegel per un reportage palesemente illegale, denunciando l’inammissibile intrusione nella privacy del calciatore della Nazionale portoghese.

Il divo del calcio mondiale CR7 ha smentito l’accusa di stupro durante una Instagram Story:  “Quello che hanno detto oggi sono falsità. Fake news. Lei vuole solo farsi pubblicità sfruttando il mio nome – ha sottolineato Ronaldo -, vuole diventare famosa grazie a me. È una normale conseguenza del mio lavoro. Sono un uomo felice e va tutto bene”.

La polizia di Las Vegas riapre il caso

L’avvocato dell’insegnante americana ha presentato ai giudici un documento in cui il calciatore della Nazionale portoghese afferma che Kathryn gli avrebbe chiesto di fermarsi. Nonostante l’accordo, riporta sempre Der Spiegel, il legale della donna ha presentato una denuncia in Nevada. La donna, che soffre di una sindrome da disturbi post traumatici, ha deciso di fare causa a Cr7 chiedendo danni per milioni di dollari. Ora la polizia di Las Vegas ha riaperto il caso.

La portavoce della polizia locale, Aden Ocampo Gomez, ha spiegato che con un’indagine in corso nessun altro dettaglio verrà fornito nell’immediato futuro. La riapertura dell’inchiesta penale potrebbe significare il carcere per il fuoriclasse portoghese.