Juventus Milan 2-0, pagelle posticipo Serie A

Juventus Mila, Marchisio mata il diavolo: pagelle match serie A

Il posticipo di Serie A ha riservato enormi emozioni. Nel nuovo stadio bianconero, addobbato a festa per l’occasione e tutto esaurito (41.000 presenze), la Juventus batte il Milan e conquista la prima posizione, in comproprietà con l’Udinese di Guidolin. Grande prova di carattere della squadra di Conte che solo nel finale riesce a spegnere la resistenza rossonera. Prestazione opaca per il Milan che non ha quasi mai provato ad impensierire la squadra avversaria. Juve padrona del campo, in lungo e in largo. L’unico appunto la scarsa vena realizzativa degli attaccanti.

Ecco le pagelle di Juventus Milan. Il migliore in campo? Per i goal sicuramente Marchisio ma è stata monumentale la prova di un Vucinic ritrovato che ha fatto tremare, più volte, la difesa rossonera.

MARCHISIO 8,5

Grande prova del centrocampista bianconero. Corre e recupera palloni come un pazzo. Si propone sulla fascia e segna ben due goal: per lui è una notte magica al Juventus Stadium.

VUCINIC 8,5

Stupenda prova dell’attaccante montenegrino che da solo regge il peso dell’attacco bianconero. In ogni azione è presente. Splendido il dialogo con i compagni di centrocampo. Sfortunato nel colpire la traversa: sarebbe stato un gol da cineteca. In una sola parola: stratosferico!

PIRLO 7,5

Un pizzico di emozione iniziale ma poi prende il controllo del centrocampo: metronomo, dialogatore, regista implacabile. E’ lui il faro della Juve di Conte, lui l’acquisto di calciomercato più azzeccato.

CONTE 7

Ha ridato entusiasmo all’ambiente e continua a predicare umiltà. I giocatori lo seguono e lui sembra gradire. Ha ingabbiato Ibrahimovic e chiesto una grande intensità di gioco alla squadra. E’ stato accontentato ed ha portato a casa tre punti importanti ed una vittoria di prestigio, quasi schiacciante.

THIAGO SILVA 7

Il migliore del Milan, l’unico che continua a dannarsi e a metterci l’anima fino al 90° minuto. E’ in grande condizione fisica e corre il doppio dei compagni. E’ grazie a lui che il Milan non ha preso una batosta.

WebWriter