Marco Carta sul suo coming out: “Le critiche della comunità gay? Lo sapevo, non mi hanno ferito”

Marco Carta è tornato a parlare del suo coming out durante una recente intervista rilasciata a Tgcom24. Il vincitore di Amici di Maria De Filippi e del Festival di Sanremo è più sereno e felice dopo aver fatto coming out a Domenica Live di Barbara D’Urso.

Certo le critiche e gli attacchi social degli omofobi e degli hater non sono mancati, come quelli provenienti dalla comunità gay, ma lui va avanti per la sua strada facendosi scivolare ogni tipo di accusa grottesca e volgare.

L’ex naufrago vip dell’Isola dei famosi 2016 Marco Carta ha spiegato a Tgcom24: “Lo sapevo, la comunità gay è stata quella che mi ha attaccato di più, ma ho ricevuto anche tanti messaggi di stima. Ero pronto a confessare la mia verità da due anni, ma la famiglia e le persone che lavorano con me mi hanno chiesto di farlo quando fossi sicuro al cento per cento. La verità è che ero molto sereno, sapevo che non sarebbe successo nulla di male”.

“Poi è arrivato il singolo – ha continuato il cantante a Tgcom24 – e ho deciso che quel momento era arrivato. Ho sempre detestato mio padre perché non mi ha dato la possibilità di conoscerlo, è morto troppo presto, a me è rimasto questo groppone. Me la porto dietro da tutta la vita, se ci penso mi viene da piangere, mi tormenta. Quando ho scritto questa canzone, che è collegata a una figura che non ho mai avuto e a due uomini che si amano, ho capito che era arrivato il momento di parlarne. Mi ha aiutato la musica, mi ha salvato ancora una volta. E, adesso, finalmente mi sento libero. Pensate che non avevo mai baciato in pubblico il mio compagno. Solo una volta, lontano dall’Italia”.

Il bravo e amato artista sardo Marco Carta, che è felicemente fidanzato, ha rivelato che nessun collega gli ha inviato un messaggio di stima e affetto dopo aver fatto coming out. Intanto Carta ha lasciato la Warner per una nuova etichetta discografica.