Melania Rea, ultime notizie: Salvatore Parolisi, chi lo attendeva nel bosco di Ripe di Civitella?

Omicidio Melania Rea, ultime notizie. Salvatore Parolisi attendeva qualcuno nel bosco di Ripe di Civitella? Era solo un’esca per “catturare” la povera moglie Melania? Sono questi gli interrogativi che si pongono gli inquirenti che, pur convinti delle colpe di Parolisi, cercano di interpretare ogni singolo gesto compiuto da Melania in quel terribile pomeriggio. La giovane donna di Somma Vesuviana per un bisogno fisiologico, secondo gli investigatori, si sarebbe abbassata i pantaloni. Gesto che, secondo gli esperti della procura, puo’ presupporre la presenza, vicino a Melania Rea, di una persona di fiducia. Il marito Salvatore Parolisi?

Le ultime notizie sull’omicidio Rea non lasciano dormire sonni tranquilli agli avvocati difensori del caporalmaggiore. E’ lui l’unico accusato ed indagato per il delitto della moglie, terribile omicidio carico di ferocia e di odio immenso e ingiustificabile. Il dubbio degli inquirenti è, in realtà, se nel bosco di Ripe di Civitella ci fosse qualcun altro oltre alla giovane coppia di sposini. Il cadavere di Melania è stato trovato a terra, ricoperto di sangue, di una svastica e di numerosi segni sul corpo. Segni fatti probabilmente per depistare le indagini degli investigatori. Ma era solo il caporalmaggiore quando ha ucciso la moglie o si trovava in compagnia di qualche altra persona? Magari un collega di caserma o un’amante? Con chi era?

Il mistero è ancora irrisolto come, del resto, non è stato ancora chiarito il movente dell’omicidio: passionale o economico? Gli inquirenti propendono per una motivazione di natura economica: è ancora caccia all’ipotetico tesoretto di 90 mila euro tenuto nascosto dal caporalmaggiore alla moglie Melania Rea. Si riuscirà a scrivere la parola fine su questo terribile delitto? Ci sarà giustizia piena per la giovane donna di Somma Vesuviana e per la sua addolorata famiglia? Lo scopriremo presto.

WebWriter