Michele Santoro riparte da Comizi d’amore

Michele Santoro Comizi d'amore

Michele Santoro è tornato e lo farà da fine Ottobre con uno show tutto nuovo. Il giornalista e presentatore di Anno Zero ha annunciato che darà vita ad una nuova trasmissione che però non avrà una rete specifica dove andrà in onda. Dopo esser stato praticamente cacciato dalla Rai e non esser riuscito ad approdare su La7, Michele Santoro ha pensato bene di chiedere aiuto a tutte le piccole piattaforme televisive e al web, che lo aiuteranno a mandare in onda le venticinque puntate del suo nuovo lavoro Comizi d’amore, un omaggio a Pier Paolo Pasolini. In realtà Santoro aveva pensato di intitolare la sua nuova trasmissione Senza rete, proprio facendo riferimento al difficile stato in cui il presentatore-giornalista si è trovato.

Ad Ottobre partirà quindi la nuova trasmissione di Michele Santoro, che avrà in compito di lottare contro la censura, ma soprattutto di riprendersi il canale pubblico che è la Rai. La nuova trasmissione sarà inoltre supportata da una nuova associazione fondata proprio da Santoro, “Servizio pubblico“, che avrà in un certo senso il compito di finanziare la trasmissione. I cittadini potranno versare dieci euro e con l’aiuto anche di vari imprenditori sarà possibile mandare in onda Comizi d’amore. Si tratta di un interessante progetto di indipendenza, è questo che Michele Santoro vuole far capire all’intero pubblico, a tutti gli italiani che chiedono una televisione libera da qualsiasi vincolo, dove ognuno può tranquillamente parlare, senza bisogno della censura.

Comizi d’amore di Michele Santoro è un inno alla libertà e la sua trasmissione alternativa potrà attraverso il web, le piccole reti e il digitale terrestre riprendersi la rete pubblica. Questo è il sogno di Santoro che sarà appoggiato dall’intera squadra di Anno Zero e probabilmente avrà al suo fianco anche Sabina Guzzanti, Daniele Luttazzi e Adriano Celentano, tutti uniti per una televisione libera.

WebWriter