Nonciclopedia: tutti contro Vasco Rossi

Vasco Rossi Nonciclopedia

La situazione coplicata tra Nonciclopedia e Vasco Rossi sembra essere arrivata ad una conclusione. Negli ultimi minuti il Blasco ha deciso di ritirare la querela nei riguardi del sito, che però almeno per il momento ha deciso di restare chiuso per protesta nei riguardi del rocker di Zocca. Probabilmente Vasco Rossi non pensava che una sua richiesta, ricordiamo che già da tempo il cantante si era espresso contro Nonciclopedia, contro un sito potesse creare questo incredibile caos mediatico. Soprattutto internet si è mobilitizzato per protestare contro un Vasco Rossi fin troppo permaloso che ormai crede di poter decidere su tutto, ora ancora di più che ha scoperto il potere del web. Tutti però sono contro Vasco Rossi.

La vicenda Nonciclopedia gli ha causato un danno d’immagine notevole, c’è stata una grande scossa da parte di tutti sul web per contrastare il rocker di Zocca. E’ chiaro che un sito ha la libertà di esprimere le proprie opioni, altrimenti la comunicazione non avrebbe più senso su questa terra e la legge del bavaglio si impossesserà di tutto e di tutti. Non è un caso che anche Wikipedia abbia deciso di chiudere per protesta contro il governo e il suo ddl intercettazioni. Il popolo italiano chiede libertà d’espressione e se un Vasco Rossi si offende per alcune parole ironiche e scherzose usate su un sito parodistico, è chiaro che inevitabilmente si scateni una grande polemica.

Tutti contro Vasco Rossi per appoggiare Nonciclopedia, un sito che ha pagato probabilmente la troppa ironia, ma se in questo mondo non è possibile nemmeno farsi due risate allora è chiaro che non ha più senso parlare. La figura pessima che ha fatto Vasco Rossi forse nel giro di qualche mese sarà totalmente dimenticata da molti, ma per chi lavora sodo ogni giorno per raccontare alla gente quello che accade nel mondo resterà una ferita aperta. Nonciclopedia alla fine è riuscita a riprendersi la propria autonomia e libertà, ma senza il popolo di internet probabilmente non sarebbe mai potuto accadere. Fate sentire sempre la vostra voce!

WebWriter