Osvaldo si presenta: dimostrerò il mio valore


Osvaldo
si presenta ai suoi nuovi tifosi. “Sono tornato in Italia perché voglio dimostrare il mio vero valore. Ho scelto la Roma perché voglio vincere e questa è una grande squadra con grandi possibilità. Giocare con Totti sarà un onore. Il capitano è un grande campione e del resto non tocca certamente a me scoprirlo. Ma oltre a Francesco, vi sono tanti altri grandi giocatori, più o meno tutti allo stesso livello”.

Si presenta così il nuovo attaccante della Roma che per l’occasione sfoggia la sua nuova maglia con il numero nove, da lui scelto.
“Nella mia vecchia esperienza italiana non sono riuscito a dimostrare quanto valgo. Parlerò poco fuori dal campo, dal momento che le mie risposte preferisco darle giocando, in modo da convincere anche i più scettici che valgo molto più di quanto la Roma mi ha pagato”.

E’ un fiume in piena Osvaldo, e non si lascia certo mettere sotto dalle domande dei giornalisti. “Mi hanno dipinto come un attaccabrighe” continua il nuovo attaccante della Roma, “ma non è affatto vero. Io non litigo mai con nessuno ma ho un carattere forte e una gran voglia di vincere, sempre”.
Alle domande sulla sostituzione di Totti e su di un paragone con Batistuta, Osvaldo risponde con una certa diplomazia, del resto è appena arrivato e certamente non vuol mettersi in cattiva luce.

“Sulla sostituzione di Francesco, non metto bocca e non voglio nemmeno farlo. Si tratta di una questione che riguarda l’allenatore. Certo che uscire dalla competizione internazionale dispiace, ma avremo modo di concentrarci sul campionato. Io come Batistuta? Era il mio idolo, mi accontento di fare la metà di quello che ha fatto Lui”.
Osvaldo, inoltre, si  dice certo che a Roma potrà far bene e che la squadra, seppur giovane, potrà dare delle belle soddisfazioni ai tifosi.

WebWriter