Raffaella Carrà e i figli: “Se non sono venuti cosa devo fare?”

Raffaella Carrà ha toccato l’argomento figli durante l’ultima intervista che ha rilasciato al settimanale di gossip Chi, che le ha dedicato l’ultima copertina. La celebre e amatissima diva dello show business europeo ha asserito: “Non mi sono mai accanita e ho accettato quello che madre natura ha scelto per me. La dimensione genitoriale, in fondo, si può vivere in tanti modi. Io, per esempio, non ho mai smesso di adottare bimbi a distanza. Ogni anno mi arrivano le loro foto e vederli crescere mi rende felice. E poi ho due nipoti dei quali mi occupo e ai quali faccio da ‘babbo’, visto che mio fratello non c’è più”.

La celebre star italiana è molto amata dalla comunità gay. Perché? “Mi dicono per uno spiccato senso di libertà – ha spiegato alla rivista diretta da Alfonso Signorini -, avvertito anche dal mondo femminile. Durante la cerimonia per l’onorificenza Dama al Orden del Mèrito Civil datami lo scorso anno dal re Felice VI di Spagna, Lucia Bosé ha detto che io ho contribuito a dare una forte spinta alla libertà di tutti. Lo prendo per buono”.

Poi si è lasciata un po’ andare a confidenze molto più intime e profonde: “Ho paura di tutto, poi quando succede qualcosa di serio resto sempre meravigliata dalla mia lucidità. La solitudine è sempre una buona occasione per ritrovare se stessi e, quando la mia casa si svuota, respiro”.

Redazione-iGossip