Raoul Bova accusato di evasione fiscale: sequestrati i suoi beni

foto-raul-bova

L’attore Raoul Bova si trova in seri guai dopo che la Procura di Roma ha sequestrato oltre 1 milione e mezzo di euro di suoi beni in via precauzionale. L’attore infatti è accusato di aver eluso le tasse per 680 mila euro a causa della Sammarco Srl che detiene i suoi diritti d’immagine.

Raul Bova si è difeso sulla sua pagina ufficiale di Facebook dicendosi molto addolorato e affermando di non voler pagare per gli errori degli altri “Sono profondamente addolorato per quanto accaduto con il fisco italiano a maggior ragione perché sono sempre stato e resto impegnato, nella mia vita e nel mio lavoro di interprete e di produttore, nei valori sociali e nel rispetto dello Stato che ho sempre manifestato” ha scritto

“Ho preso atto, a seguito delle contestazioni della Agenzia delle Entrate, del fatto che i miei amministratori hanno compiuto un errore di cui ora pago le conseguenze io. Ho quindi con l’ausilio dei miei consulenti deciso di definire immediatamente un accordo con l’agenzia delle Entrate in base al quale sto da tempo pagando quanto è poi risultato da me dovuto a seguito delle verifiche ed intese con l’Agenzia delle Entrate”

“Proprio per questo sono profondamente ferito dall’accanimento che, nonostante io stia da tempo regolarmente pagando in base all’ accordo con l’ Agenzia delle Entrate, si sta operando su di me con un sequestro che non ha alcuna ragione di esistere, sia perché sto pagando il debito fiscale, di gran lunga inferiore al valore del sequestro, sia perché, tengo a precisare, non ho commesso alcun reato, come detto e scritto, prima di questo provvedimento, da altri giudici penali”

valentina