Rissa in parlamento: scontro tra Fli e Lega Nord

Rissa in parlamento

Che ormai il nostro sistema politico sia in profondo decadimento era già cosa risaputa, ma quando in una Camera dei deputati si inizia a parlare con le mani, allora è evidente che siamo tutti arrivati alla frutta. Rissa in parlamento: scontro tra Fli e Lega Nord. Una situazione davvero incredibile quella che avvenuta ieri in parlamento tra alcuni esponenti di Futuro e libertà e della Lega Nord che non sono riusciti a trattenere la rabbia arrivando a scatenare una rissa tra schiaffi e ceffoni.

Presenti quel giorno in parlamento c’erano anche alcuni studenti che a questo punto si sono resi ancora più conto come ormai il mondo della politica sia in una profonda fase di dedicamento. Insomma un bell’esempio per i giovani studenti che già ormai hanno perso completamente la fiducia nel nostro Paese, sempre più in crisi. Rissa in parlamento: scontro tra Fli e Lega Nord, tutto a causa di alcune dichiarazioni di Gianfranco Fini, che presente a Ballarò aveva non solo provocato il Ministro dell’Istruzione Gelmini, ma il Presidente della Camera ha accusato la moglie di Bossi di essere andata in pensione nel 1993 a soli 39 anni. E’ chiaro come la questione delle pensioni nel nostro Paese sta diventando un argomento altamente scottante.

Alcuni deputati della Lega Nord non hanno accettato le provocazioni di Fini e alla fine si è arrivato allo scontro con alcuni esponenti di Futuro e libertà. Il problema è che secondo gli esponenti della maggioranza Fini dovrebbe essere super partes, proprio in qualità di Presidente della Camera, invece la sua protesta in televisione è stata vista come un atto politico. Il tema delle pensioni nel nostro Paese è davvero molto delicato, è chiaro che la popolazione inizia ad avere una forte sfiducia nella maggioranza, si rischia di dover lavorare davvero fino alla morte, mentre i politici guadagnano fior fior di milioni esclusivamente per il proprio bene e non di certo per quello dell’Italia.

WebWriter