Sarah Scazzi ultime notizie: al via il processo con 250 testimoni

Sarah Scazzi processo

Finalmente quest’oggi prenderà il via il processo Sarah Scazzi. La ragazzina quindicenne, che fu uccisa lo scorso 26 agosto del 2010 nel paesino di Avetrana, potrà finalmente avere giustizia. Il processo si terrà a Taranto, qui tutti gli occhi sono puntati sulle due maggiori imputate, Sabrina Misseri e Cosima Serrano. La cugina e la zia della vittima sono accusate di concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere. Le due donne però si sono sempre proclamate innocenti, anche se molte prove sembrano incastrarle.

All’inizio fu accusato dell’omicidio Michele Misseri, padre e marito rispettivamente di Sabrina e Cosima, fu poi lo stesso uomo a coinvolgere la figlia nelle indagini, per poi ritrattare. Una situazione che Sabrina Misseri non è riuscita mai a capire, anche perché poi più volte Michele Misseri ha continuato ad accusarsi lui stesso dell’omicidio. Troppe bugie sono state dette su quest’omicidio, ma da oggi probabilmente si farà chiarezza su tutto, anche perché i principali indiziati non sembrano voler cedere, nonostante la ricostruzione dell’accusa sia più che chiara. Insomma sono state Sabrina Misseri e Cosima Serrano ad uccidere Sarah Scazzi, poi Michele Misseri, con il nipote e il fratello, hanno contributio a nascondere il cadavere della ragazzina.

Le ultime notizie su quest’orribile omicidio riguardano quindi l’inizio del processo, dove ci saranno circa 250 testimoni pronti a raccontare la propria versione dei fatti. Ci saranno parenti della famiglia Misseri e quelli della famiglia Scazzi che racconteranno al giudice i rapporti che intercorrevano in quell’ambiente, anche perché fino ad ora non si è capito realmente perché Sarah Scazzi sia stata uccisa. Il movente della gelosia c’è, ma non sembra essere così forte da aver coinvolto praticamente una famiglia intera. Nel frattempo Sabrina Misseri ha chiesto di non essere ripresa, cosa alquanto impossibile visto anche i vari giornalisti pronti raccogliere tutte le testimonianze. Si appresta ad iniziare un altro processo mediatico.

WebWriter