Scarcerato uno degli aggressori di Niccolò Bettarini: il figlio di Simona Ventura attacca la giustizia italiana e la sua avvocata

Pochi mesi fa Niccolò Bettarini aveva perdonato i suoi aggressori che l’avevano picchiato e accoltellato fuori da una discoteca di Milano l’estate scorsa, riportando gravi ferite. Per la brutale aggressione nei confronti di Niccolò Bettarini erano stati condannati quattro ragazzi: due italiani di 24 e 29 anni e altrettanti albanesi di 23 e 29 anni. I quattro aggressori erano stati condannati a pene tra i 5 e i 9 anni di carcere con rito abbreviato, dopo che il pm Elio Ramondini aveva chiesto per tutti 10 anni. Ora però il gip di Milano Guido Salvini con un’ordinanza ha deciso di scarcerare Davide Caddeo, il condannato alla pena più alta (9 anni), concedendogli i domiciliari con obbligo di cura per problemi di droga.

Niccolò Bettarini – Foto: Instagram Story

Lo sfogo social di Niccolò Bettarini

Il figlio della celebre conduttrice tv Simona Ventura e dell’ex calciatore Stefano Bettarini ha commentato con sdegno e rabbia la decisione del gip di Milano su Instagram Story.

“Ho il diavolo dentro – ha esordito Niccolò Bettarini -. Questo è un paese di me**a dove la giustizia non c’è per nessuno. Mi sono rotto il ca**o di stare zitto, stasera dirò la mia”. Ha individuato due “colpevoli”: il primo è la sua avvocata, il secondo è il gip.

“Sono stato zitto per tanto tempo, ma ora parlo – ha detto Niccolò -. Non è una cosa che fa piacere, non lo faccio per pubblicità, sono incazzato: la giustizia italiana non esiste, è uno schifo per tutti. Complimenti al mio avvocato – ha asserito ironicamente Bettarini – non ho saputo niente per mesi, ci ha abbandonati dopo l’ultima sentenza”.

Secondo il figlio di Simona Ventura i pessimi rapporti col proprio avvocato difensore sono nati a causa del suo rifiuto a partecipare a una intervista televisiva: “Voleva che andassi a Porta a Porta per elogiarla del lavoro fatto”. Poi ha proseguito, attaccando la magistratura, in particolare il gip Guido Salvini che ha deciso la scarcerazione di Caddeo. “Complimenti al giudice, non studio giurisprudenza, ma se condanno qualcuno per tentato omicidio, dopo un mese li scarcero tutti. Questa è la giustizia italiana, è uno schifo”.

Il giovane Bettarini ha ricevuto tantissimi messaggi di solidarietà e affetto da parte dei fan e dei suoi numerosi amici.

Redazione-iGossip