Tinto Brass si sposa

tinto-brass-film-autobiografico-default

Tinto Brass si sposa per la seconda volta con la giovane compagna Caterina Varzi. La donna, avvocato, psicologa e attrice ha curato il regista di film erotici dopo la riabilitazione in seguito all’ictus che aveva Tinto Brass quattro anni perdendo la parola e la memoria. La relazione fra i due va avanti da un paio d’anni e fino alla decisione di sposarsi.

“Sposerò Caterina Varzi perché è la donna che più ho amato” ha affermato Tinto Brass “Dopo la mia prima moglie Carla Cipriani, che tutti chiamavano Tinta, Caterina è la donna che più mi ha dimostrato amore.” ha rivelato il regista di film erotici “Mi è stata accanto nel momento difficile della malattia. Senza di lei non sarei qui. E poi è bella, tanto bella, è sexy, intelligente”

L’ictus che ha colpito il regista quattro fa ha comunque avuto delle conseguenze, infatti per un periodo il regista non è stato in grado di parlare e muoversi. Brass ha confessato di aver pensato al suicidio in quei momenti.

“Quando ho ripreso coscienza ed ero immobile e non riuscivo a parlare Caterina era lì e io riuscivo a pensare solo: quanto sei bella. E’ stato un momento difficile, la verità è che ho pensato anche al suicidio. Invece eccomi qui. Caterina mi ha riportato alla vita e alla memoria partendo da quello che ho più amato, il cinema: mi ha fatto ascoltare le colonne sonore dei miei film, mi ha riletto gli articoli d’epoca. Così, piano piano, mi ha fatto ritornare a essere quello di prima. Anzi, più forte”

valentina