Quantcast

Guillermo Mariotto senza freni: “Sono stato una gran mignotta”

Guillermo Mariotto senza freni e senza limiti in un’intervista rilasciata di recente a Gay.it in cui ha rivelato di essere stato molto libertino in amore. Il giurato storico del talent show di Raiuno, Ballando con le stelle, ha confessato: “Oramai potrei vivere di ricordi. Scherzi a parte, da quando mi relaziono con lo Spirito Santo, non ho più bisogno di nulla. Sono il primo a rimanere sbigottito da questo mio periodo lontano da passioni conturbanti, ma sono seriamente appagato da altro. Alla mia tenera età ho capito che il se**o ruba tempo, spazio ed energie. Era diventato una vera e propria droga: finito l’effetto, dovevo procacciarmelo di nuovo”.

Il direttore creativo della maison di moda Gattinoni ha candidamente dichiarato: “Sono gay. Non ho mai avuto segreti, né tanto meno tabù”.

A Gay.it ha raccontato anche la sua infanzia e la sua adolescenza. “Un’infanzia strana – ha spiegato il giurato di Ballando -. Un ricordo? La mia stanza da letto. Stanza dove mi rinchiudevo per paura di essere scoperto, visto che in Venezuela c’era una corrente a dir poco machista. Era una paura infondata la mia. Al contrario di molti, non ero femminile e non sono mai stato attratto da trucchi, tacchi a spillo e parrucche, e le dirò di più: mi sentivo piuttosto strano perché immaginavo che i gay fossero solo quello. Ad illuminarmi, involontariamente, fu mio padre quando portò a casa una rivista dove in copertina c’erano due uomini – ha aggiunto -, molto maschili, che si baciavano. Li capii che non ero così strano”.

E l’adolescenza? “A soli 16 anni andai via da Caracas per raggiungere San Francisco: capitale, allora, del divertimento – ha asserito Mariotto – e, soprattutto della libertà. Parliamo della fine degli anni ’70. Un periodo storico fatto di macho man e Village People. Pensi che ebbi anche una tresca con il cowboy del gruppo. Anni d’oro. Non c’era nemmeno l’AIDS“.

Guillermo Mariotto si è detto favorevole sia ai matrimoni tra persone dello stesso se**o sia alle adozioni gay.