Quantcast

Le Kardashian sbarcano a Cuba fra le proteste

Sbarco fra le proteste delle sorelle Kardashian a Cuba. Kourtney, Kim e Khloé sono infatti approdate nell’isola caraibica per girare il loro reality e non hanno perso l’occasione per scattarsi un mare di selfie accompagnandoli con i cliché più comuni, ovvero sigari in bocca e cocktail colorati in mano.

Pronte sono arrivate le proteste, perché al di là della pioggia di like che le sorelle hanno conquistato sui loro profili social, qualcuno le ha additate di essere superficiali e di non rispettare gli abitanti dell’isola. In particolare, una voce si è alzata dalla politica, perché la portavoce della Florida del Sud Ileana Ros-Lehttinen ha dichiarato al settimanale People che il gesto e i selfie delle Kardashian sono stati di cattivo gusto e che le sorelle avrebbero potuto risparmiarsi il patinato servizio fotografico.

Le persone che vivono nell’isola sperimentano infatti una realtà completamente diversa dal glam esposto dalle Kardashian, lontano anni luce dai sigari e dai cocktail, dai resort di lusso e dalla ricchezza esibita. La portavoce ha quindi sottolineato che le sorelle sono sbarcate a La Havana per girare il loro ‘insulso‘ show televisivo e che il popolo cubano ha sofferto abbastanza per doversi sorbire anche questa prova e queste immagini fuorvianti che non dipingono affatto la realtà dell’isola.