Quantcast

Morgan non ha pagato gli alimenti della figlia Anna Lou: pignorata la casa a Monza

Morgan non ha pagato gli alimenti della figlia Anna Lou, avuta dall’ex compagna Asia Argento, e ora il tribunale civile ha accolto l’istanza di pignoramento della casa avanzata dalla sua ex fidanzata, difesa dall’avvocato Samantha Luponio, e ha disposto la vendita dell’appartamento di via Adamello, che inizierà il prossimo mese di gennaio. Un immobile di 153 mq oltre box doppio di 15,40 mq, al prezzo base di asta di 328mila euro.

Morgan e Asia Argento – Foto: Twitter

Alla base del provvedimento del tribunale il mancato pagamento, da parte dell’ex fidanzato di Asia Argento, degli alimenti della figlia Anna Lou. Un assegno mensile da 2mila euro che l’artista avrebbe smesso di pagare dal marzo del 2011, dopo la sentenza del tribunale per i minorenni di Roma che nel 2010 aveva disposto il pagamento di quella somma.

Oltre un mese fa i due ex fidanzati vip si lanciarano pesanti e reciproche accuse dopo che il famoso e chiacchierato cantautore milanese Marco Castoldi aveva commentato lo scandalo Weinstein a Il Mattino e aveva accusato l’attrice ed ex compagna di non essere un buon modello di madre.

Dopo essere stata criticata e attaccata da diverse donne e uomini dello show business nazionale per aver denunciato gli abusi e le violenze subite 20 anni fa dal celebre e potente produttore cinematografico statunitense Harvey Weinstein soltanto ora, Asia era stata attaccata da Morgan: “Ma perché Asia e altre persone hanno denunciato le molestie solo adesso? Perché non l’hanno fatto prima, quando Harvey Weinstein era uno degli uomini più potenti del mondo? Improvvisamente ha passato dei guai e ora tutti gli si sono piombati addosso come avvoltoi. Adesso mi viene quasi da provare pietà per lui”.

Poi aveva aggiunto: “Certo che me ne aveva parlato, Weinstein era un suo amico. Non so che dire, io sono completamente fuori da tutta questa questione, anche se trovo esagerato parlare di violenza. Le persone che vengono violentate hanno dei problemi seri con se stesse – aveva proseguito Morgan -, hanno vergogna anche a parlare con la loro mamma […] Le persone che subiscono violenze non ottengono guadagni da questo, come un posto di lavoro, hanno solo da perdere. Quella invece è una scelta, non bisogna confondere con la violenza che è abominevole ed è uno degli atti peggiori che un essere umano possa commettere. In questo caso non mi sembra di doverla mettere in questi termini […] Vorrei mantenere una certa eleganza – aveva sottolineato -, ma dico che non la denuncerò al tribunale dei minori dicendo che le porterò via la figlia perché una madre del genere non è tanto un buon modello”.

La figlia di Dario Argento aveva replicato duramente su Twitter: “Marco Castoldi, padre di mia figlia, non paga il suo mantenimento dal 2010. Gli pignoreranno la casa. Non mi sembra una fonte attendibile. Non solo non paga gli alimenti alla figlia: la vede al massimo due volte l’anno. E’ un pessimo padre e un uomo alla deriva […] Articolo di m…”.

Ora Morgan ha incassato una brutta sconfitta in tribunale. I guai per l’ex leader dei Bluvertigo non finiscono mai…