Quantcast

Rivoluzione dell’età: ora si diventa anziani dopo i 75 anni

Rivoluzione dell’età: ora si diventa anziani dopo i 75 anni. La svolta è arrivata dal Congresso nazionale della Società italiana di gerontologia e geriatria (SIGG) a Roma. Lo sport, l’alimentazione e uno stile di vita corretto hanno allungato la vita e in età avanzata si vive in buone condizioni fisiche.

Pensionati – Foto: Pixabay.com

Attualmente le indagini statistiche individuano nella media di 85 anni la longevità per le donne, e di 82-83 per gli uomini.

Niccolò Marchionni, professore ordinario dell’Università di Firenze e direttore del dipartimento cardiovascolare dell’Ospedale Careggi, ha dichiarato: “Un 65enne di oggi ha la forma fisica e cognitiva di un 40-45enne di 30 anni fa. E un 75enne quella di un individuo che aveva 55 anni nel 1980. Oggi alziamo l’asticella dell’età a una soglia adattata alle attuali aspettative di vita nei Paesi con sviluppo avanzato. I dati demografici ci dicono che in Italia l’aspettativa di vita è aumentata di circa 20 anni rispetto alla prima decade del 1900. Non solo, larga parte della popolazione tra i 60 e i 75 anni è in ottima forma e priva di malattie – ha aggiunto – per l’effetto ritardato dello sviluppo di malattie e dell’età di morte“.

Secondo uno studio condotto all’università di Washington, per l’Italia nel 2040 è previsto un aumento dell’aspettativa di vita media. In particolare, l’Italia potrebbe passare da un’aspettativa di 82,3 anni (dato 2016 – 7/a nella classifica globale per longevità) a 84,5 nel 2040 (salendo al sesto posto).

“Rispetto agli altri Paesi – ha commentato il geriatra Roberto Bernabei, presidente di Italia Longeva – gli italiani dedicano più tempo ai rapporti familiari e sociali, e sono un pilastro della società”.