Quantcast

Robbie Williams si mette a nudo: “Mi piacerebbe essere gay”

Robbie Williams non finisce mai di stupire! Dopo che per anni si era spettegolato molto sulla sua presunta omosessualità e sulle sue orge con alcuni personaggi famosi del jet set internazionale, il celebre e amatissimo cantautore britannico si è spogliato sulla rivista omosessuale Attitude e ha confessato alcuni suoi desideri decisamente hot!

Robbie Williams - Foto: Twitter
Robbie Williams – Foto: Twitter

Dopo aver lanciato il nuovo tormentone dell’autunno-inverno 2016, Party Like a Russian, Robbie Williams ha rivelato: “Io sono cresciuto in una società dove si usava la parola gay per insultare qualcuno. Così verso i 20 anni quando ho capito che io non odiavo i gay mi sono detto che forse era così perché in realtà ero io stesso un po’ omosessuale. Ho anche passato le serate più incredibili nelle discoteche gay, dove ho preso anche l’ecstasy. Mi invaghisco spesso di maschi – ha asserito la popstar britannica -, ho delle grosse cotte per altri uomini, ma la verità è che non riesco a farla diventare una cosa fisica. Però mi piacerebbe essere gay perché io amo il sesso e sarebbe bello farlo sempre e ovunque”.

Su Attitude l’ex membro dei Take That ha parlato anche dei suoi problemi passati, ansia e depressione, problemi legati alla passata dipendenza da droghe e alcol. “La sesso-dipendenza è una cosa reale – ha spiegato Robbie – In passato c’erano degli argomenti tabù, anche la mia depressione lo era. Ma ora non più. Tra qualche tempo anche le persone che parlano della proprio dipendenza dal sesso non dovranno più affrontare come un tabù questa situazione, e tutto diventerà normale come è giusto che sia”.