Rocco Siffredi nella bufera, il video benefico per Antrona con le stelle scatena una raffica di polemiche: “Video sessista e volgare”

Rocco Siffredi è finito nella bufera mediatica a causa del video benefico per “Antrona con le stelle scatena”, che sta scatenando una raffica di polemiche sul web e non solo. Il celebre divo del cinema adult internazionale è stato scelto come testimonial per promuovere l’evento di beneficenza Antrona con le stelle, il cui scopo è raccogliere fondi per acquistare un macchinario utile alla diagnosi precoce del tumore alla prostata. Il dottor Danilo Centrella, primario del reparto di urologia dell’Ospedale San Biagio di Domodossola, con la collaborazione del promoter di eventi Massimo Gagliardini ha ingaggiato proprio l’ex naufrago vip dell’Isola dei famosi e popolare regista di film per adulti.

Il video spot delle polemiche

Ma a sollevare aspre e durissime polemiche non è ovviamente la presenza di Rocco nazionale, ma il video promozionale. Perché? Nel video l’attore, regista e produttore italiano di film per adulti appare in compagnia di una bellissima modella (con molta probabilità è un’attrice a luci rosse) in atteggiamenti molto sensuali: i due danno vita a un breve siparietto che si conclude con l’esortazione a partecipare all’evento di beneficenza.

Le polemiche politiche

Il video spot ha subito scatenato una raffica di polemiche politiche. Marianna Rampini e Lisa Tamaro, consigliere di parità della Provincia del Verbano-Cusio-Ossola, hanno prontamente bocciato questo video spot: «Il video propone un modello di donna “oggetto” – hanno tuonato le due in un comunicato – è sessista e volgare, e incita l’uomo ad usare la donna, ogni donna, come oggetto della propria attività sessuale, quest’ultima per altro ritenuta nel messaggio condizione necessaria per fare prevenzione». Rampini e Tamaro hanno aggiunto: «L’iniziativa di raccolta fondi per il reparto di urologia è lodevole, ma non il modo di sponsorizzarla perché svilisce non solo il senso stesso di un evento condivisibile e necessario ma anche il lavoro di prevenzione rispetto agli stereotipi di genere che da anni realtà e associazioni portano avanti nelle scuole dello stesso territorio».

La replica degli organizzatori di Antrona con le Stelle

Massimo Gagliardini, tra gli organizzatori di “Antrona con le stelle”, ha prontamente replicato alle accuse: «Rispetto le idee di ognuno, ma rammarico profondamente che molte persone non guardano oltre il proprio naso e si concentrano solo su alcune persone coinvolte nell’evento. State tranquilli non si gira un film porno e nemmeno lo stiamo organizzando. Tutte le associazioni coinvolte nell’evento benefico stanno lavorando da mesi per riuscire a raggiungere l’obbiettivo finale, cioè quello di acquistare una strumentazione per diagnosticare in modo preventivo il tumore alla prostata». Gagliardini ha poi proseguito: «La donna che si trova nel video promozionale insieme a Rocco Siffredi non mi sembra sia una donna oggetto e nemmeno obbligata a girare lo spot. La prostata è una piccola ghiandola, eppure è molto importante per la salute di ogni uomo e non può essere ignorata. Tra le sue funzioni principali c’è la produzione di liquido seminale, indispensabile per la continuazione della razza umana. Quello che dice Rocco Siffredi è la pura verità – ha sottolineato -, la condizione necessaria per fare prevenzione è anche fare l’amore in qualsiasi forma che ognuno desidera. I personaggi vip che parteciperanno all’evento sono miei amici e ci aiutano in questa raccolta fondi. Siate costruttivi per il bene del nostro territorio, evitate polemiche sterili e aiutateci nello scopo finale».

Nel bene o nel male, l’importante è che se ne parli. Ora l’evento di natura prettamente locale è diventato di dominio pubblico e di rilievo nazionale. Da questo punto di vista gli organizzatori dell’evento benefico hanno fatto centro, dato che ne stanno infatti parlando tantissime testate giornalistiche di rilievo nazionale.