Quantcast

Selvaggia Lucarelli elenca i peggiori comunicatori del 2016

Selvaggia Lucarelli ha elencato i peggiori comunicatori del 2016 relativi al premio Ignobel per il Fatto Quotidiano in un lungo post condiviso con i fan su Facebook. La mamma vip e conduttrice radiofonica Selvaggia Lucarelli ha pubblicato la top 20 dei peggiori comunicatori, e in questa speciale e “terribile” classifica figurano soprattutto i politici del panorama italiano: dall’ex presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi a uno dei leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio fino al leader della Lega Nord Matteo Salvini. Nella top 20 figurano diversi vip del jet set nazionale e internazionale: dalla diva hollywoodiana Jennifer Lawrence alla collega Sarah Michelle Gellar fino all’ex team principal di Formula 1 Flavio Briatore.

Selvaggia Lucarelli – Foto: Facebook

Il premio Ignobel del 2016 va alla ministra della Salute del Governo Letta, del Governo Renzi e del Governo Gentiloni. Perché? La risposta è piuttosto scontata… Avete per caso già rimosso la vergognosa campagna sul Fertility Day? Ecco cosa scrive l’irriverente opinionista tv e giornalista Selvaggia Lucarelli: “Beatrice Lorenzin e la campagna sul fertility day. Che però in fondo ha funzionato. Mai PARTORITE tante cazzate una dopo l’altra nella storia della comunicazione mondiale”. Medaglia d’argento per Flavio Briatore: “Flavio Briatore si fa un selfie mentre vota sì. Scoppia il putiferio. Quando si viene a sapere che il sì di Briatore probabilmente verrà annullato, la Gregoraci pensa si parli di quello del suo matrimonio e stappa un Cristal dell’ ’81”. Medaglia di bronzo per “Il social media manager del Corriere della Sera che linka sulla pagina fb del Corriere un articolo sul finto sequestro di Lapo con il commento Che ca…. Ma non poteva chiedere 10.000 dollari a papino? Il direttore del Corriere della Sera non ha fatto ancora sapere alla famiglia del social media manager la cifra del riscatto per riconsegnarlo intero”.

Dopo il podio c’è un’altra politica: Alessandra Moretti. “Deve partecipare alla discussione sulla legge di stabilità in regione – scrive Selvaggia su Facebook -, ma si dà malata per andare ad un matrimonio in India. Poi siccome lei è Lady Like -mica cotica- vuole i suoi like quotidiani e posta una sua foto in India su Instagram con il commento: Un viaggio che apre gli occhi sul mondo. Sì, anche sul suo essere una cazzara e infatti si dimette da capogruppo del PD“.

Seguono Roberto Saviano, Virginia Raggi, Alessandro Di Battista, Daniela Martani, Giuliano Parodi e al decimo posto Vanity Fair. “Vanity Fair sulla sua pagina Facebook chiede ai lettori di scegliere l’immagine più rappresentativa del 2016 – continua l’opinionista tv e blogger – Che dite, meglio una tragica foto di Aleppo o una splendida immagine del Monte Cervino? Ditecelo con un like! Peccato si siano scusati perché una seconda puntata tipo “Meglio un selfie del c… di Kim Kardashian o una bella immagine di un naufragio nel Mediterraneo? ci stava”. Dopo la top ten figurano Matteo Salvini, Matteo Renzi, Sarah Michelle Gellar e Costa Crociere.

Poi c’è ancora l’ex premier Renzi:  “Sulla pagina fb di Matteo Renzi compare una gallery fotografica accompagnata dalla scritta: Tutte tranne quella con l’invalido. Vale sempre la regola aurea di quasi tutte le pagine fb di politici e aziende: Ad occuparsi di comunicazione 2.0 tutti tranne qualcuno che capisca qualcosa di comunicazione”.

Chiudono la top 20 Arisa, Jennifer Lawrence, di nuovo Matteo Renzi, Easyjet e Luigi Di Maio. “Paola Taverna scrive una mail a Luigi Di Maio – scrive Selvaggia – in cui gli spiega che la Muraro è indagata. Quando scoppia il caso Muraro, Di Maio dice che non aveva capito la mail. Poi, siccome non ha capito neppure il libro di storia, afferma che Renzi ha occupato con arroganza la cosa pubblica, come Pinochet in Venezuela. Gli chiedono se a tal proposito sa chi sia la figura venezuelana più rilevante e lui risponde che al momento non vuole parlare di Aida Yespica“.