Quantcast

Soffocato da un boccone di carne: è morto lo street artist e fumettista Alessandro Caligaris

Soffocato da un boccone di carne: è morto lo street artist torinese Alessandro Caligaris. Il noto fumettista è spirato dopo quattro giorni di agonia in ospedale. Il disegnatore, fumettista e writer, che si era formato all’Accademia Albertina di Belle Arti, era a cena con la fidanzata in una nota trattoria di San Salvario, quando gli è andato di traverso il boccone.

Alessandro Caligaris – Foto: Facebook

Un medico, che era in un locale vicino, gli aveva praticato una prima manovra di emergenza e i titolari avevano chiamato i soccorsi. Tutto si è rivelato inutile: Caligaris è deceduto a 72 ore dall’accaduto.

La Eris Edizioni lo ricorda così sui social: “Non abbiamo molte parole per esprimervi il nostro dolore per aver perso una parte di noi, umanamente e professionalmente. Ci abbiamo creduto insieme, abbiamo percorso i primi passi insieme e insieme siamo cresciuti in questo mondo di disegni e parole”.

Con Eris, Caligaris aveva pubblicato fumetti di denuncia come Hoarders, un racconto per immagini di una società ammalata divisa tra chi accumula privilegi e chi non ha nulla.

Un decesso tragico come quello di Massimiliano Pirrazzo, 50 anni, ex comandante della polizia urbana di Brandizzo, morto soffocato il 15 ottobre scorso in un ristorante di Druento.