Quantcast

Tina Cipollari risponde al marito “A letto con te non ci torno!”

Tina Cipollari sul settimanale Di Più risponde al marito Chicco Nalli che in una lettera aperta gli aveva chiesto di tornare a dormire con lui la notte e di non fare più l’amante. “La tua lettera mi ha fatto davvero dispiacere.” risponde Tina sul settimanale “Non credevo arrivassi a scrivermi che se continuo a propormi come “amante”, ti saresti cercato un’altra moglie.”

“Ti ho dato tre figli, ti sostengo in tutte le tue iniziative nel bene e nel male. Non sono una buona moglie? I bambini sono molto attaccati a me e soffrirebbero se dormissero da soli. Credo che la loro serenità valga questo sacrificio. Non l’ho fatto per svilire il tuo ruolo di marito, regalandoti quello di amante.”

Tina preferisce dormire con i figli perchè lui e il marito  hanno abitudini diverse “Amo dormire con la tv a basso volume e la luce accesa, mentre tu hai bisogno di buio assoluto.” dice “Inoltre, tendi a prendere possesso di tutto il letto! E’ vero, sono una madre ansiosa, ma quando i nostri figli cresceranno, se saprai accettarmi, dormiremo insieme. Ma per ora, non chiedermelo.”

“Chicco, tu lo sai meglio di me: non ci divertiremmo perchè io e te senza i figli non sappiamo stare. I viaggi da soli e le cenette a lume di candela avremo tempo per farli. A meno che tu non abbia voglia di trovarti un’altra moglie. Ma a quel punto scordami anche come amante.”

Cattive notizie dunque per Chicco Nalli che preoccupato aveva detto alla moglie “A volte ti fai assorbire dalle tue ansie da madre e ti nascondi dietro al fatto che i figli vogliano dormire con te, ma in realtà sei tu a volerlo. Mi vedi solo come il padre dei tuoi figli, ma da quanto non facciamo un viaggio insieme da soli? C’è il rischio che… io mi cerchi un’altra moglie! Ho paura che sia un alibi per tenermi lontano dal tuo letto. Io per te vengo molto dopo di loro.”

Di Valentina Vanzini