Insulti a Il Volo, Rita Dalla Chiesa e Valerio Scanu chiamano in causa l’Ordine dei giornalisti: “Come mai non dice niente?”

Gli insulti, le parolacce e le gravissime offese rivolte a Il Volo da parte di alcuni giornalisti della sala stampa durante la finale del Festival di Sanremo 2019 hanno indignato e sconvolto il popolo della Rete e non solo. Francesco Facchinetti è stato il primo vip a denunciare l’accaduto su Instagram Story, mostrando il video shock.

Il Volo – Foto: Facebook

Il video denuncia di Facchinetti contro i giornalisti della sala stampa di Sanremo 2019

L’ex compagno di Alessia Marcuzzi ha dichiarato ai suoi follower: “La storia che avete appena visto l’ho scaricata da Instagram. Alcuni giornalisti hanno deciso di gridare me**e, co***oni fate schifo, ai tre ragazzi de Il Volo. Queste persone sono idioti incompetenti che dovrebbero essere radiati dall’Ordine dei giornalisti”.

La stoccata di Stash dei Kolors contro i giornalisti

Dopo la denuncia social di Francesco Facchinetti anche altri personaggi famosi hanno duramente criticato e condannato gli insulti volgari e vergognosi di alcuni giornalisti nei confronti de Il Volo. Stash dei Kolors ha lanciato sempre sui social una stoccata ai giornalisti: “Non è stato bello esultare per il terzo posto del Volo”.

Rita Dalla Chiesa e Valerio Scanu chiamano in causa l’Ordine nazionale dei giornalisti

La conduttrice tv Rita Dalla Chiesa e il cantante Valerio Scanu hanno chiamato in causa l’Ordine nazionale dei giornalisti. “Quelli che in sala stampa hanno urlato ogni nefandezza su Il Volo – ha cinguettato l’ex conduttrice di Forum – dovrebbero chiedere scusa per i pochi neuroni dimostrati. Ma l’Ordine dei giornalisti non dice niente?”. Il vincitore del Festival di Sanremo 2010 con il brano Per tutte le volte che…, Valerio Scanu, è andato all’attacco: “Quei giornalisti non dovrebbero mettere più piede in sala stampa”.

Il gruppo musicale Il Volo, composto da Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, si è detto sconvolto da quanto accaduto e ha condannato duramente gli insulti e le parolacce dei giornalisti della sala stampa, parlando di bullismo. “Alcuni giornalisti (ed è bene dire solo alcuni) ci hanno pesantemente insultato – hanno dichiarato i tre artisti sui social -. Hanno usato parole come m***e, vaffa***lo, in galera, che consideriamo come il frutto di una vera e propria forma di bullismo, di sfottò da stadio. Queste persone non hanno portato gloria all’ordine che rappresentano, il loro atteggiamento è stato un insulto, prima che a noi, a tutti i colleghi giornalisti che svolgono il proprio lavoro in maniera seria e professionale”.