Giovanni Conversano “Voglio diventare inviato tv”

Dopo essere stato tronista a Uomini e Donne Giovanni Conversano si sta facendo spazio nel mondo dello spettacolo tentando di realizzare il suo sogno di diventare un presentatore tv. L’ex tronista ed ex fidanzato di Serena Enardu è infatti stato l’inviato speciale del programma Uno Mattina Estate in occasione degli Europei di Calcio e delle Olimpiadi di Londra 2012.

Sembra proprio dunque che l’ex tronista di Maria De Filippi abbia messo la testa a posto mettendo da parte i finti scoop e le paparazzate organizzate in cui era finito invischiato subito dopo la sua uscita dal programma quando fu scoperto anche dagli inviati delle Iene.

Oggi vive una felice storia d’amore con la bellissima Giada Pezzaioli molto più piccola di lui, ma con la quale, dopo la convivenza, è sicuro di aver trovato l’amore vero.

In un’intervista ad Eva 3000 il bel ex tronista di Uomini e Donne si è confessato parlando della sua vita e dei progetti futuri. “Per qualcuno può sembrare qualcosa di inaspettato, in realtà è da diversi anni che coltivo il desiderio di diventare un inviato in tv” ha detto raccontando la nuova esperienza a Uno Mattina Estate

“Non ho mai pretese di ricoprire in modo immediato un ruolo simile nella rete ammiraglia del nostro Paese” dice “Anche perchè Uno Mattina Estate è una vera e propria testata giornalistica e per chi aspira a fare questo mestiere è davvero il massimo”.

Poi parla dell’etichetta di tronista che spesso l’ha ostacolato “Aver preso parte a questi programmi televisivi mi ha dato una buona visibilità, ma non una formazione per ciò che volevo fare, cioè l’inviato” dice “Mi viene sempre recriminato di non aver fatto una gavetta e un percorso mediatico omogeneo. Ma io non sapevo da dove iniziare”.

Poi parla della sua storia con Giada “Il nostro rapporto va alla grande, ma nonostante sia stato contattato da numerosi rotocalchi per parlare della nostra storia, ho preferito non farlo, perchè ho sentito l’esigenza di parlare di Giovanni come professionista”

Di Valentina Vanzini