Tina Cipollari criticata dal pubblico di Uomini e Donne: “Basta umiliare Gemma Galgani”

Tina Cipollari è stata messa in stato d’accusa proprio dal pubblico presente in studio a Uomini e Donne. Un attacco inaspettato, sorprendente e mirato nei confronti della storica opinionista tv del famoso e popolare programma ideato e condotto dalla regina di Mediaset, Maria De Filippi. Tre signore del pubblico hanno preso la parola per difendere a spada tratta la dama torinese del trono over Gemma Galgani e per lanciare un messaggio forte e chiaro alla divertente, simpatica e irriverente vamp Tina Cipollari. Tanti telespettatori e fan di Uomini e Donne sono davvero stanchi di assistere al classico teatrino mediatico che vede contrapposte ogni pomeriggio Tina e Gemma… Proprio per questo motivo tre signore hanno criticato Tina Cipollari di Uomini e Donne e l’hanno invitata a non insultare e offendere la dama torinese.

Tina Cipollari – Foto: Instagram

Tre donne del pubblico si sono scagliate contro la vamp di Uomini e Donne, scatenando l’ira di Tina… “Gemma è una signora, non fa nulla di sbagliato. Fuori la gente chiacchiera di questo programma, basta mortificare Gemma, è un essere umano, è sbagliato”, ha osservato una signora del pubblico presente in studio. Un’altra ha sottolineato: “Basta! Gemma è bravissima, sono venuta qui proprio per dirti queste cose, se facessi queste cose a me io la mummia la romperei”.

L’acerrima nemica di Gemma Galgani ha replicato con stizza alle osservazioni e alle critiche delle signore presenti in studio, sottolineando il fatto che è la stessa dama del trono over che si copre di ridicolo… Il pubblico di Uomini e Donne si è diviso e Gemma ha ringraziato tutte le signore che hanno speso parole dolci nei suoi confronti.

Per quanto riguarda il discorso parrucche, l’ex concorrente di Pechino Express ha ammesso al settimanale Oggi: “Sapevo che Pechino Express sarebbe stata una gara impegnativa, ma non avrei mai immaginato di dover affrontare persino il problema di pidocchi e pulci. Non ero preparata a dormire in bettole del genere, con lenzuola sozze, cucine incrostate e bagni lerci. La sistemazione peggiore è stata la casa del barbiere di Juan La Laguna, in Guatemala. Solo a pensare a quella baracca mi viene la pelle d’oca. Eppure, visto che quella notte faceva molto freddo, per riscaldarmi mi sono avvolta in una coperta lurida senza valutare le conseguenze. Risultato? Mi sono svegliata con un insopportabile prurito alla testa e con il corpo cosparso di piaghe rosse. Attualmente i pidocchi li ho debellati in meno di una settimana – ha concluso Tina – grazie a uno shampoo specifico. Le pulci, invece, mi hanno tormentato per oltre 20 giorni e le ho curate con pomata e cortisone”.

Redazione-iGossip