Quantcast

Yara Gambirasio Ultime Notizie: Palazzetto Centro Delle Indagini

In attesa dei dati che seguiranno ai rilievi effettuati tramite esame autoptico sul cadavere di Yara Gambirasio così come di quelli provenienti dalla botanica forense che ha analizzato eventuali tracce sul terreno, le forze del”ordine continuano a setacciare la zona fra Brembate di Sopra, centro abitato dove viveva la tredicenne e Chignolo d’Isola, nelle cui campagne è stato ritrovato il cadavere da un uomo che si vedeva lì nei paragi per puro caso.

Gli inquirenti imboccano qualsiasi strada che possa anche lontamente portare alla risoluzione di uno degli omicidi più brutali degli ultimi anni, compiuto con un’arma da taglio della quale ancora non si hanno maggiori notizie ma che secondo voci fondate su basi scientifiche potrebbe essere paragonabile ad un punteruolo o qualcosa di similmente appuntito.

Le forze di Polizia indagano ponendo il centro delle attenzioni sul Palazzetto dello Sport, la struttura che la piccola Yara Gambirasio aveva appena lasciato in quel maledetto 26 novembre 2010 per rincasare. Yara Gambirasio conosceva bene quella strada che distava soltanto 700 metri dalla sua abitazione dove appunto stava tornando. La bambina uscì dal Palazzetto alle 18.30, inviò un SMS appena 14 minuti dopo per non lasciare poi più traccia del suo telefonino.

La mancanza di altre piste preclude le indagini degli organi inquirenti al solo Palazzetto dello Sport come punto di partenza, proprio perché Yara era soltanto una bambina, e come tale viveva per le sue uniche passioni che erano la famiglia e la danza.